Analisi del Legno: indagini non distruttive degli alberi

Print
Abstract
E’ noto che il legno ha delle proprietà sonore e che l’uomo le sfrutta fin dall’antichità. La percussione dei tronchi è il più remoto mezzo di comunicazione a distanza. Fin dai tempi più antichi si producono suoni differenti percuotendo legni di alberi diversi o scavando con diversa intensità delle porzioni dello stesso tronco. Il legno sano e quello marcescente hanno sonorità discordanti. Di recente abbiamo realizzato che si tratta di onde e che queste propagano nel legno più o meno come le onde diffondono sulla superficie dell’acqua. Esse producono una serie di cerchi perfetti che diffondono con armonia sull’acqua cheta. Quando urtano una roccia o uno scoglio le onde si frangono e proseguono più scomposte e meno spedite. Le onde sonore che propagano nel legno non si vedono, quelle ultrasonore nemmeno si sentono, oggi però possiamo misurare con che velocità esse transitano all’interno di un tronco di un albero. Quando il loro tragitto è disturbato da una cavità o da una alterazione del legno esse rallentano. Lo studio delle loro velocità di propagazione rivela un gran numero d’informazioni sulla qualità del legno fino a consentire la rappresentazione grafica della situazione interna dei tronchi. In queste pagine sono descritte le teorie,gli strumenti, le loro applicazioni e la manualità con cui si effettuano queste indagini non distruttive del legno.
Titolo del libro
Analisi del Legno: indagini non distruttive degli alberi
Autore
Pier Antonio Bragato
Editore
Graficreo
numero di pagine
104
ISBN
978-88-97955-45-0
Tipo Libro
Rilegato in brossura con copertina morbida