Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Franco Bertuzzi

Franco Bertuzzi
autore
EBS Print
Franco Bertuzzi Franco Bertuzzi nasce nel 1952 a Casalmoro (MN) Progettista nel campo della tecnologia elettronica e meccanica ed inventore detentore di 6 brevetti per invenzione. Ex ingegnere elettronico e poi imprenditore ha operato in Italia ed in vari paesi della Terra fra cui il Brasile, il Messico, e la Cina per 12 anni costituendo una azienda Cinese. Ritiratosi dall'attività imprenditoriale, nel 2016
decide di dedicarsi in toto alla professione di scrittore, ovvero a quella che lui considera l'attività maggiormente significativa nell'espressione della sua natura attraverso la formulazione di una prospettiva del pensiero innovativa, dai contenuti filosofici, ideologici, e infine politici. Per natura innovatore dotato di una vasta cultura umanistica, scientifica e tecnologica, la sua determinazione nella stesura della presnte opera consiste nella produzione di un contributo concretamente utile all'evoluzione del pensiero atto allo sviluppo di una coscienza sociale evolutiva, e quindi migliorativa della condizione di vita dell'uomo nel contesto naturale. Trattasi di un proponimento su base moralmente idealistica, scevro da intenti in qualsiasi forma speculativi.

Libri dell'autore

Virtualismo. Dentro l’anima espressa

L’approfondimento. La società sostenibile

Franco Bertuzzi

pagine: 234

Nel descrivere l'evoluzione sostenibile della realtà nel futuro il trattato prospetta per l'essere umano il percorso razionale indispensabile al fine di evitare il trend degenerativo attualmente in atto foriero della estinzione umana entro la fine del terzo millennio con il verificarsi di una conclusiva crisi biotica globale  dagli effetti che porteranno alla  riconfigurazione del nostro quadro ambientale, seppure generata da cause diverse per la prima volta determinate dall'azione di una specie vivente sul pianeta. La spirale degenerativa attualmente in atto difficilmente reversibile, viene sottovalutata non tanto dal mondo della scienza quanto piuttosto dal quadro sociale cosiddetto culturale ed istituzionale, i quali fanno a gara nel produrre enunciazioni di adeguamento della produzione energetica con grande sfoggio di inconcretezza.  La riconversione energetica non si risolve con il risparmio sui consumi o il passaggio alle fonti alternative ma attraverso una ristrutturazione di tutto l'habitat umano, inclusivo del controllo sulle nascite, attualmente nemmeno prevedibile dell'organismo politico alle prese con le conseguenze degli squilibri economici sociali penalizzanti lo status esistenziale delle fascie deboli della società. Tutto ciò nella sottovalutazione di un popolino "gudurione finchè  ce n'è" , colpevolmente artefice. Perché, la natura insegna che in questa realtà dell'universo tangibile l'organizzazione sociale non costituisce alcuno scarico di responsabilità per le soggettività che la compongono nell'espletamento del cosiddetto "DELIMITATO ARBITRIO".
16,00 15,20

Introduzione al virtualismo

Dentro l’anima espressa e ricadute ideologiche

Franco Bertuzzi

pagine: 322

Questo trattato, per quanto riguarda la selezione filosofica, vuole essere un personale contributo, quale prodotto illuminante sulla condizione dell’esistenza di ogni creatura terrestre nell’universo noto.
18,00 17,10

Virtualismo. Dentro l’anima espressa

La teoria dei soldi

Franco Bertuzzi

pagine: 224

Nel descrivere l'evoluzione sostenibile della realtà nel futuro il trattato prospetta per l'essere umano il percorso razionale indispensabile al fine di evitare il trend degenerativo attualmente in atto foriero della estinzione umana entro la fine del terzo millennio con il verificarsi di una conclusiva crisi biotica globale  dagli effetti che porteranno alla  riconfigurazione del nostro quadro ambientale, seppure generata da cause diverse per la prima volta determinate dall'azione di una specie vivente sul pianeta. La spirale degenerativa attualmente in atto difficilmente reversibile, viene sottovalutata non tanto dal mondo della scienza quanto piuttosto dal quadro sociale cosiddetto culturale ed istituzionale, i quali fanno a gara nel produrre enunciazioni di adeguamento della produzione energetica con grande sfoggio di inconcretezza.  La riconversione energetica non si risolve con il risparmio sui consumi o il passaggio alle fonti alternative ma attraverso una ristrutturazione di tutto l'habitat umano, inclusivo del controllo sulle nascite, attualmente nemmeno prevedibile dell'organismo politico alle prese con le conseguenze degli squilibri economici sociali penalizzanti lo status esistenziale delle fascie deboli della società. Tutto ciò nella sottovalutazione di un popolino "gudurione finchè  ce n'è" , colpevolmente artefice. Perché, la natura insegna che in questa realtà dell'universo tangibile l'organizzazione sociale non costituisce alcuno scarico di responsabilità per le soggettività che la compongono nell'espletamento del cosiddetto "DELIMITATO ARBITRIO".
18,00 17,10

Virtualismo. Dentro l’anima espressa

L’approfondimento

Franco Bertuzzi

pagine: 212

Nel descrivere l'evoluzione sostenibile della realtà nel futuro il trattato prospetta per l'essere umano il percorso razionale indispensabile al fine di evitare il trend degenerativo attualmente in atto foriero della estinzione umana entro la fine del terzo millennio con il verificarsi di una conclusiva crisi biotica globale  dagli effetti che porteranno alla  riconfigurazione del nostro quadro ambientale, seppure generata da cause diverse per la prima volta determinate dall'azione di una specie vivente sul pianeta. La spirale degenerativa attualmente in atto difficilmente reversibile, viene sottovalutata non tanto dal mondo della scienza quanto piuttosto dal quadro sociale cosiddetto culturale ed istituzionale, i quali fanno a gara nel produrre enunciazioni di adeguamento della produzione energetica con grande sfoggio di inconcretezza.  La riconversione energetica non si risolve con il risparmio sui consumi o il passaggio alle fonti alternative ma attraverso una ristrutturazione di tutto l'habitat umano, inclusivo del controllo sulle nascite, attualmente nemmeno prevedibile dell'organismo politico alle prese con le conseguenze degli squilibri economici sociali penalizzanti lo status esistenziale delle fascie deboli della società. Tutto ciò nella sottovalutazione di un popolino "gudurione finchè  ce n'è" , colpevolmente artefice. Perché, la natura insegna che in questa realtà dell'universo tangibile l'organizzazione sociale non costituisce alcuno scarico di responsabilità per le soggettività che la compongono nell'espletamento del cosiddetto "DELIMITATO ARBITRIO".
18,00 17,10
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.