Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Libri

Pipeta, i diavoli e la sacca magica

Favole popolari piemontesi di nonno Renzo

Giorgio Chiaretta

pagine: 84

Il risvolto conclusivo di questa particolare favola è una sorpresa decisamente inaspettata e stupefacente. La storia non finisce male, ma non è neppure un consueto lieto fine. Il lieto fine c’è, ma prima del finale vero e proprio. Questo riduce la mediocrità del consueto epilogo mieloso e banale. La formula qui usata, è una celebrazione della furbizia e creatività del protagonista, che dimostra come l’intelligenza superi le forze del male, ma anche del bene, sfruttando ogni dettaglio per ottenere ciò che si desidera. In questa favola l’autore popolare o gli autori della fiaba, hanno dimostrato una creatività che va oltre l’usuale e non è per nulla convenzionale. Infine, la raffinatezza del gran finale apre la fantasia del lettore, coinvolgendolo nella storia stessa e trascendendo verso l’ignoto e oltre…
12,00 11,40

Zdeněk Zeman

il più grande allenatore di tutti i tempi (ma non ditelo in giro)

Pippo Trio

pagine: 84

Dedicato a tutti quelli che in questo libro si riconoscono e che fanno parte del variopinto mondo del calcio parlato, me compreso. Un mondo fatto di grandi maestri del giornalismo, veri appassionati, ma anche di cialtroni e personaggi pittoreschi a vario titolo
12,00 11,40

C'era una volta poi non c'è più

Progetto di educazione alla scrittura e alle storie

Autori vari

pagine: 184

"Tutti sanno cosa sia una storia fino a quando non si siedono a scriverne una". Con una riflessione di Flannery O'Connor inizia il viaggio di questa raccolta di racconti curata da Ciro Auriemma e Nadia Paddeu. Ragazze e ragazzi dei tre cicli di studio hanno lavorato per mesi attorno al concetto di metamorfosi, rielaborandolo ognuna e ognuno a modo proprio. Al collage di parole ed emozioni, i più piccoli ne hanno affiancato un altro fatto di carta, che rappresenta il personaggio che hanno inventato e al quale hanno dato vita. Così è nata quest'opera, da piccoli, grandi scrittori e scrittrici.  
14,00 13,30

Ultimatum al cancro

Una via naturale per affrontare la malattia del secolo

Paolo Buonarroti

pagine: 302

Il libro offre un possibile approccio al cancro, frutto del sincretismo tra il mondo scientifico e quello olistico, indicando ed analizzando le più moderne ricerche mediche sui rimedi naturali anticancro quali estratti di piante ed oli essenziali, efficaci su specifiche forme tumorali, unendole all’empirismo ovvero alla messa in pratica di metodi olistici quali aromaterapia, psicosomatica, rimedi vibrazionali, psicogenealogia, morfochirologia, corenergetica, approccio cranio-sacrale, alchimia e detossificazione dalle sostanze inquinanti, che rimanendo intrappolate nei tessuti possono aver contribuito alla nascita, progressione e recidiva della malattia. Un’ampia sezione è dedicata ai rimedi naturali utili a contrastare e prevenire i sintomi tipici della chemio e radioterapia, problemi sempre più frequentemente riscontrati dai pazienti oncologici durante tali terapie. Il testo è stato scritto con una visione allargata della realtà, è una denuncia schietta degli avvenimenti cardine della storia, ed una proposta di nuovi modelli educativi e di tutta una serie di teorie di grandi pensatori e rivoluzionari, come Pierre Teilhard De Chardin, Rudolf Steiner, Maria Montessori, Jean Jacque Rousseau. Questo testo spiega le cause del cancro, malattia assai diffusa della nostra civiltà, quali la sofferenza legata alla frenesia, e mancanza di tempo, tipiche dell’attuale modello economico, sociale e politico che dovrebbe assolutamente essere rivisto e cambiato. L’uomo vive infatti lontano dalla sua vera natura e dai ritmi biologici, che sono stati seriamente compromessi anche dalla iper digitalizzazione e irrorazione chimico-magnetica in atto.  
28,00 26,60

Una vita di lavoro

Sauro Ripamonti

pagine: 228

In questo piccolo libro c’è un  racconto rapido delle principali attività svolte e soprattutto c’è il ricordo delle persone che l’hanno accompagnato in tutti gli anni di lavoro, ricordo che vuole anche essere un ringraziamento.
11,00 10,45

Oloferne a Giuditta

Riflessioni amorose in versi

Daniele Buganza

pagine: 78

Oloferne, giovane studente di filosofia, ripercorre in solitudine la storia d'amore trascorsa con Giuditta, interrogandosi su alcune delle principali dicotomie della filosofia occidentale – ideale/reale, vita pubblica/vita privata, menzogna/verità – con particolare attenzione allo scarto tra pensiero e parola e tra sentimento espresso ed esperito. Ai rimandi letterari e storiografici – da Dorian Gray ad Alessandro Magno, dal mito di Orfeo a Ottaviano – si alternano aneddoti della relazione vissuta, dal primo appuntamento all'ultima telefonata. Con la scrittura di queste riflessioni, «che non sono poesie d'amore», Oloferne si “salva” dalla pazzia derivante dall'abbandono dell'amata, restituendo a lei il fardello più grande e lasciando ai lettori un pittoresco ritratto della loro storia d'amore
11,00 10,45

Viculu Sacramentu

Romanzo in lingua siciliana dedicato al popolo di Sicilia

Alessio Patti

pagine: 520

20,00 19,00

Mythikós

Antologia in lingua siciliana di miti greci

Alessio Patti

pagine: 366

18,00 17,10
10,00 9,50

Spine del nulla

Natale Poidomani

pagine: 56

I pensieri espressi in questa breve raccolta hanno un unico tema: il sentimento ( o tonalità/situazione emotiva ) del nulla vivente. Sentire il nulla, muoversi nel suo movimento, vedersi nel suo qui è una modalità del vivere, del suo mistero e della sua luce. Nell’erranza dello spaesamento chiediamo e domandiamo, indaghiamo e ci perdiamo, approdi e veglie di un destino di segni e silenzi
10,00 9,50

Michelangelo. Una vita in compendio

Terenzio Mazza

pagine: 182

Questo testo è un saggio che trattando della vita di Michelangelo ne presenta le opere in una versione decisamente originale. Prima fra queste, la presentazione della prospettiva sui dipinti della Volta della Cappella Sistina come del Giudizio Universale. Di questa se­conda grande opera si rivela inoltre l'identità dei tanti personaggi in essa raffigurati.
14,00 13,30

Kanipè

In montagna con il tuo cane

Anna Faldi

pagine: 164

Intraprendere la via della montagna assieme al mio branco è la cosa più bella del mondo. La chiave che apre la porta per un regno parallelo fatto di incontri speciali, panorami disegnati da nuvole, nobili vette e odori trasportati dal vento.. ogni singolo passo ed ogni singolo respiro imprimono un’esperienza unica e irripetibile che ci apparterrà per sempre. Un libro fortemente voluto e pensato per chi voglia intraprendere la via della montagna con il suo cane, che racconta di esperienze vere e vissute di molti anni di dog trekking che fanno da cornice a ciò per cui questo libro è stato scritto: come iniziare, come scegliere un percorso , la preparazione del binomio, cosa mettere nello zaino, l’attrezzatura più adatta..una moltitudine di valutazioni, dettagli, consigli e accorgimenti per approcciare la montagna con il proprio cane passo per passo , mettendo sempre al primo posto la sicurezza e il rispetto del nostro cane e di ciò che ci circonda. Una montagna vissuta “Kalipè”, augurio delle popolazioni Himalayane di buon cammino con passo corto e lento che io amo trasfigurare in “Kanipè”, che vuol essere un augurio di buon cammino a uomo e cane, sulla via di una montagna senza ansia da prestazione, sapendo apprezzare ciò che i nostri fortunati occhi e i nostri privilegiati sensi potranno conservare per l’eternità.
14,00 13,30

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.