Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Libri

Oloferne a Giuditta

Riflessioni amorose in versi

Daniele Buganza

pagine: 78

Oloferne, giovane studente di filosofia, ripercorre in solitudine la storia d'amore trascorsa con Giuditta, interrogandosi su alcune delle principali dicotomie della filosofia occidentale – ideale/reale, vita pubblica/vita privata, menzogna/verità – con particolare attenzione allo scarto tra pensiero e parola e tra sentimento espresso ed esperito. Ai rimandi letterari e storiografici – da Dorian Gray ad Alessandro Magno, dal mito di Orfeo a Ottaviano – si alternano aneddoti della relazione vissuta, dal primo appuntamento all'ultima telefonata. Con la scrittura di queste riflessioni, «che non sono poesie d'amore», Oloferne si “salva” dalla pazzia derivante dall'abbandono dell'amata, restituendo a lei il fardello più grande e lasciando ai lettori un pittoresco ritratto della loro storia d'amore
11,00 10,45

Omicidio a bordo della Evelyne

Gianni Tomaselli

pagine: 288

Un umile operaio genovese di nome Felice Maggio, orlano dalla nascita, va a trascorre le vacanze estive a Malta, certo di trovarvi ristoro e divertimento. Tutto sembrava scontato, fino a quando un susseguirsi di fatti ed emozioni rocambolesche non lo metteranno a dura prova. Vivrà una realtà che rasenterà l'incubo, dove personaggi e ambienti estranei e lontani dal suo normale stile di vita, lo trasporteranno in una dimensione che gli farà smarrire la strada di ritorno. Un evolversi di avvenimenti lo porteranno a scegliere tra passato, presente e futuro, delegando al destino l'esito finale. Anche quando la storia sembra giungere al termine del racconto, nuovi fatti ed episodi prenderanno il sopravvento, spostando l'asticella dell'adrenalina sempre più in alto. Questo romanzo giallo-rosa è la seconda opera di narrativa scritta e pubblicata da Gianni Tomaselli, estimatore della inimitabile Agatha Christie. Benvenuti a bordo della Evelyne.
15,00 14,25

Viculu Sacramentu

Romanzo in lingua siciliana dedicato al popolo di Sicilia

Alessio Patti

pagine: 520

20,00 19,00

Zdeněk Zeman

il più grande allenatore di tutti i tempi (ma non ditelo in giro)

Pippo Trio

pagine: 84

Dedicato a tutti quelli che in questo libro si riconoscono e che fanno parte del variopinto mondo del calcio parlato, me compreso. Un mondo fatto di grandi maestri del giornalismo, veri appassionati, ma anche di cialtroni e personaggi pittoreschi a vario titolo
12,00 11,40

Pipeta, i diavoli e la sacca magica

Favole popolari piemontesi di nonno Renzo

Giorgio Chiaretta

pagine: 84

Il risvolto conclusivo di questa particolare favola è una sorpresa decisamente inaspettata e stupefacente. La storia non finisce male, ma non è neppure un consueto lieto fine. Il lieto fine c’è, ma prima del finale vero e proprio. Questo riduce la mediocrità del consueto epilogo mieloso e banale. La formula qui usata, è una celebrazione della furbizia e creatività del protagonista, che dimostra come l’intelligenza superi le forze del male, ma anche del bene, sfruttando ogni dettaglio per ottenere ciò che si desidera. In questa favola l’autore popolare o gli autori della fiaba, hanno dimostrato una creatività che va oltre l’usuale e non è per nulla convenzionale. Infine, la raffinatezza del gran finale apre la fantasia del lettore, coinvolgendolo nella storia stessa e trascendendo verso l’ignoto e oltre…
12,00 11,40

Sandro

Gaetano Soldano

pagine: 160

Questo romanzo percorre quasi un secolo di storia della famiglia Botero (nome di fantasia) dai primi del '900 ai giorni nostri. Ci troviamo a Corio un paese del Canavese, questa che vi racconto è la storia comune a molte famiglie del luogo, dove a quei tempi la povertà e la miseria condizionavano la vita.  I personaggi del romanzo sono molti, ma Sandro è sicuramente il principale, il suo carattere difficile lo porta nella guerra in Somalia al seguito della forza di pace. Ritorna a casa e va a lavorare a Torino nell'azienda di famiglia, ma le radici restano salde a questa terra dove appena può ritorna anche solo per trovare i genitori. Sandro nella sua vita percorre più strade, dapprima vittima e poi "carnefice", ma un carnefice buono legato saldamente alle sue origini e alla sua famiglia, infatti proprio grazie a questa finalmente ritroverà il suo equilibrio, fino a quando un vecchio scritto ..
14,00 13,30

Santa Maria D'Ognissanti

la chiesa del Paradiso

Giorgio Metastasio

pagine: 104

Partendo dai recenti rinvenimenti archeologici, quasi si sfogliasse un libro al contrario, in questo primo “quaderno” dell’Ufficio Diocesano dei Beni Culturali Ecclesiastici della Diocesi di Locri-Gerace, si ripercorrono le vicende storiche, sociali, ecclesiali che gettano nuova luce sulla Chiesa Matrice e sulle storia della stessa Stilo, dando così la possibilità anche ai giovani che non hanno mai potuto accedere in questa chiesa, a causa dei continui lavori di restauro, di conoscere il “cuore palpitante del popolo stilese”, scrigno di preziosi tesori come la tela del Battistello Caracciolo (vera finestra sul Paradiso), alcuni straordinari arredi sacri, i pregevoli stucchi e le sofisticate tarsie marmoree che decorano altari e balaustre  
19,00 18,05

Serial killer nel bacino di Arcachon

Carlo Medri

pagine: 118

Si tratta di un romanzo che parla di una serie di delitti avvenuti nel paesino di Arcachon e vicinanze, nella zona di Bordeaux in Aquitania: chi è impegnato nelle indagini è il Commissario Benoit. L’ ambientazione è in una zona bellissima tra dune, foreste e mare, con altri piccoli paesi a fare da contorno come Saint Emilion, conosciuto anche per il famoso vino rosso Bordeaux. L’ opera è viva dal punto di vista degli avvenimenti e con sporadiche punte di amorevoli considerazioni umane, intrisa di fatti, colloqui e concetti. Si legge tutta d’ un fiato perché i fatti si susseguono con una continuità eccezionale, ed è piacevole il fatto di presentare colloqui e concetti all’ interno di un romanzo Il legame tra i vari delitti è una concatenazione di fatti che rapisce il lettore, e lo rende quasi partecipe di ogni omicidio. La lettura scorre piacevolmente e non permette al lettoredi distrarsi un attimo
14,00 13,30

Siculina. Orfanella nella vita di un Re

Rosario Rigano

pagine: 64

Siculina, sino ad oggi solo mascotte simbolica di Sicilia, è qui un'immagine che prende vita in un evento siciliano realmente accaduto. Essa incarna l'indole pacifica e la miscellanea di culture che si sono amalgamate in terra di Sicilia dalla notte dei tempi. In essa albergano origini, facies ed evoluzioni che si sono formate nei tempi, nei luoghi e negli eventi che hanno caratterizzato la lunga e per certi versi inesplorata storia della Sicilia e dei popoli che ne hanno forgiato l'identità. La narrazione è imperniata tra il 488 e il 440 a.C. tra le attuali province di Siracusa, Catania e Messina con epicentro l'area del calatino (Caltagirone) prima dell'avvento greco-romano. Siculina, orfanella sicula, irrompe casualmente nella vita del futuro Re dei Siculi, Ducezio. Siculina è una Shekelesh (così gli Egizi definivano i Siculi parte integrante dei Popoli del Mare) Ducezio è un indigeno figlio della Cultura Castellucciana presente all'epoca in gran parte della Sicilia per oltre cinquecento anni. Gli eventi narrati pongono una nuova chiave di lettura su parte del territorio della Sicilia orientale fino ad oggi storicizzato solo a partire dalla presenza greco-romana. Si apre una grande pagina su tutto quanto omesso da narratori e filosofi greci così come dai retori romani sul periodo siculo in Sicilia a partire dal 1270 a.C. Grande supporto, come lo è stato per molti versi, quello fornito da viaggiatori, glottologi e narratori dell'Ottocento, sicuramente culturalmente meno corrotti di chi li aveva preceduti e che poi si sono succeduti, viene dal team francese che ha portato alla luce il sito di Mehrgarh nel Belucistan pakistano nel 1974 risalente al 7000 a.C.. Il sito è considerato precursore della civiltà della valle dell'Indo a cui potrebbero essere legate origini e culture del popolo siculo
11,00 10,45

Solve et coagula

Un percorso alchemico in dieci canzoni

Gianluca Simonetti

pagine: 202

Solo quando saremo messi all’angolo, solo quando l’ultima goccia farà traboccare il vaso e saremo chiamati a fermare il vortice della vita che ci trascina, solo allora, saremo pronti a rivolgere l’attenzione alla nostra interiorità. Le grandi domande della vita si manifesteranno e inizieremo il nostro percorso. Capiremo che il mondo in cui viviamo è strettamente legato al nostro Essere. Cambia te stesso e il mondo sarà costretto a cambiare. Chi non ha mai letto o sentito questa frase? Ma cosa c’entra il cambiamento del mondo che ci circonda con il nostro cambiamento? Cosa significa cambiare noi stessi? Come e che cosa dovremmo modificare? Che relazione esiste fra noi e gli altri? Qual è il senso della vita? Perché mai si ripetono determinati eventi? Dietro le difficoltà, le preoccupazioni e le ingiustizie che viviamo tutti i giorni si celano dei precisi messaggi? Solve et coagula, album discografico + libro, offre diversi spunti di riflessione e chiavi di lettura attraverso musica a 432Hz e testi ispirati. Un nuovo strumento, unico nel suo genere, che ti aiuterà a entrare dentro di te. Un percorso alchemico raccontato nei testi di dieci canzoni che potrai ascoltare in ogni momento della giornata, accompagnate da questo libro che amplia gli argomenti trattati. Solve et coagula parla di te, racconta chi sei. Quando sei allo specchio fissa i tuoi occhi, ti perderai in te stesso. Tu sei lì.
25,00 23,75

Ultimatum al cancro

Una via naturale per affrontare la malattia del secolo

Paolo Buonarroti

pagine: 302

Il libro offre un possibile approccio al cancro, frutto del sincretismo tra il mondo scientifico e quello olistico, indicando ed analizzando le più moderne ricerche mediche sui rimedi naturali anticancro quali estratti di piante ed oli essenziali, efficaci su specifiche forme tumorali, unendole all’empirismo ovvero alla messa in pratica di metodi olistici quali aromaterapia, psicosomatica, rimedi vibrazionali, psicogenealogia, morfochirologia, corenergetica, approccio cranio-sacrale, alchimia e detossificazione dalle sostanze inquinanti, che rimanendo intrappolate nei tessuti possono aver contribuito alla nascita, progressione e recidiva della malattia. Un’ampia sezione è dedicata ai rimedi naturali utili a contrastare e prevenire i sintomi tipici della chemio e radioterapia, problemi sempre più frequentemente riscontrati dai pazienti oncologici durante tali terapie. Il testo è stato scritto con una visione allargata della realtà, è una denuncia schietta degli avvenimenti cardine della storia, ed una proposta di nuovi modelli educativi e di tutta una serie di teorie di grandi pensatori e rivoluzionari, come Pierre Teilhard De Chardin, Rudolf Steiner, Maria Montessori, Jean Jacque Rousseau. Questo testo spiega le cause del cancro, malattia assai diffusa della nostra civiltà, quali la sofferenza legata alla frenesia, e mancanza di tempo, tipiche dell’attuale modello economico, sociale e politico che dovrebbe assolutamente essere rivisto e cambiato. L’uomo vive infatti lontano dalla sua vera natura e dai ritmi biologici, che sono stati seriamente compromessi anche dalla iper digitalizzazione e irrorazione chimico-magnetica in atto.  
28,00 26,60

Un uomo, una storia

Lino Trettel

Claudio Crepaldi

pagine: 114

Claudio Crepaldi racconta la vita di un suo carissimo amico, conosciuto nel 1970 durante un corso di paracadutismo sportivo, di cui il suo istruttore era Lino Trettel. Lino nasce da una famiglia molto povera, il padre, venne arruolato nell’esercito tedesco, pur non conoscendone la lingua, parlava e capiva solo il dialetto della Val di Fiemme. Con tanta voglia di emergere studierà notti intere la lingua italiana e tedesca fino a diventare il traduttore tra Hitler e Mussolini. Lino con molta fatica riesce a diplomarsi geometra, ma la sua vera passione non è il lavoro ma bensì lo sport, qualunque esso sia. Ama la neve e ne diventa istruttori di sci nonché componente della squadra nazionale, vincendo numerose gare. Si cimenta come scalatore e conquisterà le cime più pericolose insieme ai più famosi scalatori. Frequenta un corso di paracadutismo diventando istruttore nazionale e indossando la maglia azzurra per sedici anni, partecipando ai campionati mondiali ed europei, si impone come campione europeo per due anni consecutivi, e medaglia d’argento nel terzo anno. Viene convocato dalla nazionale italiana di ParaSki, conquistando una medaglia d’oro e una d’argento, nei campionati europei, Questi sport non lo soddisfano a sufficienza, lui vuole sempre di più, vince in competizioni di regolarità in corse automobilistiche, e tanti premi in altri sport, come: lotta libera, equitazione, box, tiro a segno, tiro con l’arco, marcia podistica, judo, e tanti altri. A 90 anni partecipa a una gara di velocità con pattini da ghiaccio. Decorato al valore come partigiano, e diventa Cavaliere per meriti sportivi. Nel bene e nel male diventa ancora più famoso con il caso Gladio, dove lui era capo rete. Oggi a 96 anni, lo si vede sfrecciare per le vie cittadine a cavallo della sua bicicletta.
15,00 14,25

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.