Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Libri

La legione straniera

La storia di una casa per clandestini, emigranti, stranieri innamorati dell’Italia

Anna Rita Giuliani

pagine: 178

L’opera riguarda la vita di uno speciale “Condominio” che si materializza in una Casa molto particolare. La sua posizione è vicinissima ad una grande metropoli italiana ma nello stesso tempo è defilata e tranquilla per cui tante persone la sceglieranno volentieri come residenza per brevi o lunghi periodi e per motivazioni diverse. Il racconto prende l’avvio dal Dopoguerra italiano, dagli anni cinquanta, ed intreccia la storia di una tipica famiglia del Sud che emigra nei sobborghi della grande metropoli in cerca di casa e lavoro con quella di altri personaggi, perlopiù stranieri, che di volta in volta, di anno in anno, vanno a dimorare nella Casa come inquilini……
15,00 14,25

Virtualismo. Dentro l’anima espressa

L’approfondimento. La società sostenibile

Franco Bertuzzi

pagine: 234

Nel descrivere l'evoluzione sostenibile della realtà nel futuro il trattato prospetta per l'essere umano il percorso razionale indispensabile al fine di evitare il trend degenerativo attualmente in atto foriero della estinzione umana entro la fine del terzo millennio con il verificarsi di una conclusiva crisi biotica globale  dagli effetti che porteranno alla  riconfigurazione del nostro quadro ambientale, seppure generata da cause diverse per la prima volta determinate dall'azione di una specie vivente sul pianeta. La spirale degenerativa attualmente in atto difficilmente reversibile, viene sottovalutata non tanto dal mondo della scienza quanto piuttosto dal quadro sociale cosiddetto culturale ed istituzionale, i quali fanno a gara nel produrre enunciazioni di adeguamento della produzione energetica con grande sfoggio di inconcretezza.  La riconversione energetica non si risolve con il risparmio sui consumi o il passaggio alle fonti alternative ma attraverso una ristrutturazione di tutto l'habitat umano, inclusivo del controllo sulle nascite, attualmente nemmeno prevedibile dell'organismo politico alle prese con le conseguenze degli squilibri economici sociali penalizzanti lo status esistenziale delle fascie deboli della società. Tutto ciò nella sottovalutazione di un popolino "gudurione finchè  ce n'è" , colpevolmente artefice. Perché, la natura insegna che in questa realtà dell'universo tangibile l'organizzazione sociale non costituisce alcuno scarico di responsabilità per le soggettività che la compongono nell'espletamento del cosiddetto "DELIMITATO ARBITRIO".
16,00 15,20

L’altra madre

Anna Maria Lombardi

pagine: 278

Questa è la storia di un’amicizia che nasce l’estate del 1978 tra due bambine, nel cortile di un quartiere popolare. È un’amicizia apparentemente occasionale, ma destinata a vivere nel tempo come un bene prezioso ed unico, che legherà le due bambine per sempre. È la storia di una crescita interiore, di verità intuite e tuttavia taciute per vergogna o per convenienza. È una storia di violenza, quella che certe donne conoscono bene e di cui portano i segni sul corpo e sull’anima. Sullo sfondo, la figura di Teresa, l’altra madre, che terrà vivo quel legame malgrado la lontananza delle due bambine, perché Teresa sa cosa significhi il dolore, quello duro, spietato, che non guarda in faccia nessuno. Tre donne, tre storie che si intrecciano in un mondo di sentimenti, di amicizia e di perdono. Perché, alla fine, nessuno si salva da solo.
16,00 15,20

Il luna park dall’ordine imposto

Paolo Sanna

pagine: 388

Sassari è sempre stata una città tranquilla. Il lento scorrere del tempo ha reiterato eventi sempre identici, uguali a sé stessi, placidi e ripetitivi, tranquilli e noiosi. A Sassari tutto appare per quello che è, senza lati oscuri e con pochissime penombre. Nelle sinuosità di quella magia (o di quel calvario), si aggira come uno spettro l’assassino di Elsa Angioi, uccisa nello studio medico in cui lavora con incredibile, disumana violenza. È il 6/6/1992, l’Italia è scossa dalla strage di Capaci e l’indagine dell’omicidio di Elsa Angioi viene affidata allo scafato ispettore Toschi, arguto, pignolo e zelante e nello stesso tempo disordinato e malvestito. Una pipa che fuma in continuazione, la convivenza forzata con la sorella, le canzoni di Francesco de Gregori, la sua finissima osservazione e l’incredibile abilità lo accompagnano in un’indagine più complessa del previsto, che si estende fino ai paesi di Ossi e Siligo e alla città di Olbia, e che lambisce persone al di sopra di ogni sospetto.
20,00 19,00

Madonna della Tosse

Devozione, storia, memoria

Giuliano Spaggiari

pagine: 148

La Madonna della Tosse è un piccolo oratorio pubblico edificato a Chiozza (Scandiano) nel 1746. Due fratelli, Giacomo e Domenico Berselli, decidono di dare una adeguata protezione ad una immagine mariana affrescata sul muro di un edificio fatiscente, già invocata come salvatrice dalla pertosse infantile. La singolarità dell'evento consiste nel beneficio che essi vogliono legare indissolubilmente alla loro opera. Destinano un podere con un'abitazione, per ospitare e mantenere un sacerdote che si dedichi alle preghiere in onore alla Madonna, a beneficio delle anime dei costruttori. Come molte intenzioni, anche i grandiosi propositi dei fratelli Berselli devono scontrarsi con la fragilità umana. Oggi abbiamo l'affresco, l'Oratorio, ma nulla delle promesse dichiarate nel rogito della donazione. Dal 1850, Don Terenziano Chierici poi Don Aurelio Manferdini, ci hanno tramandato le testimonianze della vita ecclesiastica dell'oratorio. L'archivio della Parrocchia di Chiozza ha restituito anche diverse carte sparse relative alle opere pastorali ed organizzative, fino al 1993. Da allora, la vita dell'oratorio, è un ricordo nella memoria dei devoti chiozzotti, fino all'attualità degli ultimi restauri conclusi nel 2020.
18,90 17,96

Romantico criminale

Skin

pagine: 120

Poesie dolci e amare, le confessioni di un diavolo innamorato ed uno strano appuntamento al tramonto. Una raccolta di genio e follia e questo libro che, non vuole solo farsi leggere agli occhi del lettore ma parlare attraverso frammenti di cuore dove ogni persona può trovare conforto. Se solo saprà cogliere. Le persone, la vita, l'amore, la morte, il destino e l'Universo sono scavati in profondità dalla mente di un Romantico Criminale vagabondo tra i dettagli. In fin dei conti si dice che il diavolo stia proprio in questi ultimi. P.S. Nulla contro Dio, sicuramente è un figo assurdo, solo che suo figlio, quello ribelle, ci sta più vicino.
14,00 13,30

La caduta / Der fall

Flavio Marchetti

pagine: 208

In un luogo di montagna del Sűdtirol / Alto Adige alla fine della 2° guerra mondiale un uomo, Anton Gisser, viene trovato morto lungo il sentiero che dalla locanda “zur drei Löwen” conduce ai masi alti dello “Sterneberg“. Le indagini ufficiali si svolgono nel clima di tensione presente nel dopoguerra, tra aspettative deluse e difficoltà di ricostruire la convivenza civile devastata dalle Opzioni e dal conflitto e si scontrano con la diffidenza e l’ostilità della popolazione a collaborare con l’Autorità giudiziaria, percepita come strumento di oppressione. Il caso, visti gli insuccessi dell’indagine, sta per essere archiviato come una fatale disgrazia. Un brigadiere dei Carabinieri ed uno strano personaggio che funge da interprete conducono un’indagine parallela e con l’ausilio di un parroco proseguono nella ricerca della verità; la vicenda si conclude tragicamente senza l’imputazione del colpevole.
14,90 14,16

Lo specchio

con sette racconti legger-thriller

Maria Romanetti

pagine: 204

Qualcuno, nascosto nell’ombra, mette in atto una vendetta, dopo averla studiata nei minimi particolari. L’obiettivo è l’intera famiglia Lanvin, ma qualcuno riuscirà a mettere fine a questo piano, evitando altre morti. Sono tanti i colpi di scena di questo primo thriller di Maria Romanetti, scritto dopo tre libri di poesie e due libri dal genere fantastico per ragazzi. L’opera comprende anche sette racconti brevi. Una galleria, tre gemelle, una nonna, una fotografia, una lettera, una conchiglia e una panchina sono le protagoniste di questi racconti, tutti uniti da un filo comune: il mistero, il giallo, tanto che l’autrice infatti l’autrice, li ha definiti legger-thriller”.
17,00 16,15

I segreti di palazzo Van Axel

Anna Rita Vigilanza

pagine: 330

Isabel Montero è la giovane proprietaria di una rinomata galleria d’arte svizzera, viaggia per il mondo alla continua ricerca di oggetti e collabora con la prestigiosa casa d’aste inglese Christie’s. Un patrizio veneziano, Tommaso Van Axel, le chiede la valutazione di un quadro di una sua antenata, Lucrezia. La dama triste le apparirà ripetutamente in sogno chiedendole aiuto. Isabel accetterà l’incarico e si recherà a Venezia nel culmine del carnevale ritrovandosi così al centro di un’avventura che mescola passato e presente, logica e paranormale, sentimenti passati che hanno un’eco nel presente ed un inspiegabile furto di quadri.
18,00 17,10

Mio padre faceva il ferroviere

Paola Urbani

pagine: 44

La presente raccolta di poesie si compone di tre sillogi: “Mio padre faceva il ferroviere” attraverso un costante riferimento all’universo familiare ed a vicende narrate o realmente vissute, mostra una personale concezione della vita e della morte in cui anche le stelle, pur misteriose, assumono un ruolo affabulatorio: "...impellicciate, minuscole spie russe", per tornare ad essere simbolo di mondi finiti “Siamo finiti e piccoli, scatole di cenere/ …..stelle effimere che vivono d’altezza.” Le poesie di questa silloge intendono svelare la dimensione umana di particelle del cosmo (Le particelle elementari di Houellebecq) un immenso in cui il tempo è fermo e determinato “e restano per sempre certe spine” C’è comunque uno sguardo al futuro, attraverso la lente di una vita appena sbocciata, infantile: “Se muoio e qualcuno vuol sapere di me…/ cosa dici?” e la speranza di una catarsi dell’anima.  “Angeli” risente dell’incontro con il profondo, vi emerge un sé risanato, nell’odio si distingue un’altra faccia del dolore, “tendono l’ala bianca come un’ombra/ per separare l’odio dal dolore”. Il sé giunge al “lutto trasognato” di chi cerca un amore introvabile, perso in un panorama lunare “ed ora che non sei/ come la luna anch’io mi sento sola”. Questa nuova coscienza, filtrata dalla poesia, s’intende con realtà silenti e concrete “lavora con metodologia, progetta candide mura”, unisce popoli diversi “Italia e Russia: cosacchi e mandolini”, travalica confini attraverso condizioni ed idee comuni “para el lavoro insieme estamos aqui/ tu cuciniera, poeta io dell’ideale” fino a dissolversi in un cielo di “nuvole  infantili”,  in una natura amica “e ti consola l’erica in giardino/ il gatto nero dagli occhi color ocra” che lo libera dalla razionalità “ed assomigli a quelle canne di bambù gentili/ libere in aria, un po' sconclusionate”. La catarsi infine prende corpo nella silloge “Voglio Ricordarmi”. La silloge, che dà il titolo al libro, si avventura attraverso le vie del Karma e gli incontri durante il percorso, sono tappe di questa cammino “voglio ricordarmi della tua fiducia…voglio sapere se mi stai pensando” e vanno ricordate come vita che tende al trascendente, amore che non si dissolve con la morte; le anime restano unite da piccoli episodi familiari “Tu dormi d’altronde e ti sfiora un sorriso” “abbigliati in antichi costumi, tu da Tenno, imperatore di un regno ormai finito”, ma qui non si ripropone un finito che è solo materia, bensì una fine che diventa eternità, un amore eterno fino alla fine del mondo, come quello rivendicato sulla tomba dei due sposi del monastero di Alcobaca.
14,00 13,30

Il volo della libertà

Cosimo Maranò

pagine: 68

Questo libro e diviso in tre parti: le poesie, gli aforismi e il ricordo di una giovane donna che ha portato la primavera nella mia vita, ma poi un bel dì ha preso il volo a mia insaputa. Oggi inizio a volare perché, spoglio di tutte le amarezze del passato, finalmente mi sento leggero!
13,00 12,35

Volerò leggero

Cosimo Maranò

pagine: 76

Questo libro è stato scritto in un periodo nel quale io ero molto irritato con me stesso e quando scrivevo gli occhi diventavano lucidi di pianto perché le poesie erano dettate dal mio cuore che soffriva!
13,00 12,35

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.